Strade*

La vita è davvero strana, riserva delle sorprese che neanche ci si immagina. Una persona cammina per la sua strada anche irta di problemi, incrocia altre persone che ti lasciano una parte di sè, poi si arriva ad un bivio e si deve decidere se andare a destra o a sinistra. Ci si chiede quale via sarà la migliore per me? Entrambi portano da qualche parte, ad un futuro ignoto e ci si fa la domanda fatidica: quale strada intraprendere?

Prendere una via popolata di gente di cui ci si accorge di non aver più nulla in comune se non un passato fatto di bugie e di imbrogli, strada conosciuta, già provata ma che non si sa dove poi porterà davvero anche se la mente lo percepisce e sa che potrebbe diventare una prigione, se non lo è già diventata; oppure prendere la strada nuova dove poter conoscere la vera libertà, dove poter conoscere la propria vera essenza, senza timore di essere giudicata, o presa in giro.
Sì, si conoscerà la solitudine perché camminando nella strada nuova si sarà soli, difficile trovare compagni che comprendano il vero bisogno d’amore,  ma non si avrà paura perché si capirà di essere nel giusto e si diventerà coraggiosi.

In questi ultimi giorni io ho scelto la strada nuova perché ho deciso di arrivare fino in fondo e anche oltre.
Sentiero

La vera moralità consiste non già nel seguire il sentiero battuto, ma nel trovare la propria strada e seguirla coraggiosamente.
(Mahatma Gandhi)

Annunci