Palazzo Madama

Un mesetto fa o giù di lì, non mi ricordo, era comunque dicembre dello scorso anno, sono andata a vedere un’interessante mostra a Torino. Per la precisione a Palazzo Madama. Donne in prima linea, donne fotografe che vanno nei territori di guerra a fotografare “la guerra degli uomini”, come dice La Stampa. Una mostra decisamente interessante.
Devo ammettere che Palazzo Madama è inoltre da visitare tutto per le altre mostre interessanti esposte. Ogni piano, poi rappresenta un periodo: il piano terra il gotico, il 1 il Barocco con  La Sala del Senato, dove  Carlo Alberto firmò lo  Statuto Albertino e divenne il primo Senato del Regno d’Italia (per me appassionata di Risorgimento, è una sala splendida), il 2 arti decorative…
E, tanto per rimanere in tema di foto, si possono scattare fotografie senza flash. Per questo ci  ritornerò.

Dicevo della mostra delle fotoreporter.
Due donne le conoscevo già di fama: Andreja Restek perché seguo il suo giornale on-line APR news, giornale che racconta i fatti reali che succedono in luoghi lontani da noi, fatti reali e soprattutto veritieri, cosa molto importante nel giornalismo odierno.
Mi fa tornare in mente Vik …
L’altra che conoscevo era Camille Lepage, di cui avevo letto del suo assassinio un paio di anni fa, in Africa, non mi ricordo precisamente dove. Purtroppo lei non è più tornata a casa, una ragazza molto giovane che ha lasciato la vita per questa sua passione. Chissà se i suoi uccisori sono stati individuati e arrestati… non so, confesso.
Il suo link con le sue foto: http://camille-lepage.photoshelter.com/portfolio.

Una giornata positiva, sì decisamente positiva

Annunci