Programma

Annunci

Amicizia

Un’amica è da un pò di giorni che non scrive.
Mi preoccupo perchè abbiamo un bellissimo rapporto di sincerità. E’ così difficile trovarla in questo oceano che è il web.
Mi piace, è delicata, gentile, soave, sognatrice.
Dovrei esserci un pò abituata alle sue sparizioni, lo ha già fatto altre volte ma man mano
che il nostro rapporto si rafforza si fa avanti un’ansia in me quando non scrive, anche
perchè lei fa anche tre o quattro post al giorno.
Al mio messaggio mi risponde che preferisce al momento riposare dal blog perchè è una
rincorsa ai commenti, lei commenta per essere commentata e viceversa.
Io rispondo che l’importante è la sua serenità, il blog può aspettare.
A pc spento però rifletto tra me e me. Mi ha colpito in particolar modo la sua frase: “è una rincorsa ai commenti, io commento per essere commentata e viceversa”?
Davvero è così?
Io devo commentare per essere commentata, e gli altri commentano per essere
commentati da me?
Se così fosse allora, ha ragione lei…diventa uno stress e questo a me non sta bene.
Io voglio condividere i miei pensieri, ricevere commenti ma senza stress. Ed io commento i pensieri altrui ma senza stress.
Lo scrivere non è per me un obbligo e non lo deve essere neanche da parte di altri.
Il pubblicare, il commentare è una scelta. I blog che ho linkato li ho scelti io. Qualcuno lo
commento più frequentemente, altri meno, ma non mi sento in obbligo verso qualcuno. E credo, e spero che sia così anche dalla controparte.
L’amicizia è un dare ed avere ma senza costrizione alcuna.
O sbaglio?
Ho scelto di lasciarla andare, anche a malincuore…ma la mia libertà vale di più di un
commento e se lei vorrà sa sempre dove trovarmi. (✿◠‿◠)

A presto. Baciobacio ❤

Stamattina presto ho ripreso a fare la mia corsettina mattutina, fa ancora frescolino nonostante sia suonato il mese di maggio. Dovrebbe sentirsi la primavera ma così non è.
Non me ne preoccupo granché, la temperatura è sopportabile e poi correndo…
Il pigrone ha preferito il letto ed io quasi quasi ne sono contenta così posso lasciarmi andare ai miei pensieri.
Ultimamente noto che sono contenta, più serena, più propensa a godere di me stessa e nello stesso tempo ad aprirmi agli altri.
Porto avanti le mie convinzioni, le mie idee, con fatica lo ammetto, ma comincio a vedere riscontri. Ciò mi fa dedurre che sono sulla strada giusta. Le parole anche quelle dure, che possono far male, alla fin fine sono solo parole, quel che resta di vero sono i fatti. Ed io li esamino, li trituro, li soppeso, ormai ho imparato a farlo. Mi è costata fatica, anche lacrime, ma sono rimasta nella mischia e ho tirato fuori ciò che mi ha dato emozione, appunto i fatti, che mi riempiono le mani e il cuore di cose buone.
Mi sono fermata, respiro l’aria pulita a pieni polmoni. Un ragazzo si ferma anche lui, mi chiede se va tutto bene, forse ha intuito che ho una certa età ed allora… Gli sorrido e gli rispondo che sono un pò fuori esercizio per via delle piogge di questi giorni che mi hanno impedito di mantenermi in allenamento. Scoppia a ridere e mi fa: “Diamo la colpa alle piogge…va”
Credo che qualche tempo fa gli avrei risposto dandogli dello scostumato, poi in un lampo ricordo io da giovane prendere in giro gli anziani d’allora, scoppio anche io a ridere: “Sì sì è meglio!”
Riprendiamo a correre insieme, ma lui è più veloce, non riesco a stargli dietro, si volta e mi chiede: “Posso andare? Sicura?”
“Sì” rispondo
“Ok, a domani”
Gli faccio segno di risposta con la mano, poi penso… sì a domani, se sopravvivo!
Baciobacio a tutti.

Premio

La mia amichetta Vicky mi ha fatto un bel regalo.

Mi ha dato un premio. Oltre a ringraziarla e anche molto, permettemi di aprire una parentesi, una riflessione che dovrei fare tra me e me. Invece la voglio fare pubblicamente perché credo che possa servire ad altri come me, che sono un po’ ingenuotti  [eufemismo, per non dirmi di peggio 😉 ].
Ho avuto qui sul web incontri spiacevoli, tempo sprecato dietro a spiegazioni sterili, che mi hanno solo lasciato l’amaro in bocca e che cmq sto superando calando il sipario e voltando pagina e ricominciare a scriverne una nuova possibilmente pulita.
Ed ecco che su questa nuova pagina compare Vicky, non ricordo come è stato il nostro incontro, se io ho trovato lei o viceversa… so solo che ho conosciuto una bella persona, semplice come quelle che piacciono tanto a me.
Allora io, riflettendo, mi chiedo: “se io avessi continuato a perdere tempo, se io non avessi calato il sipario, se io non avessi voltato pagina, l’avrei conosciuta?”
Forse no! Ed ecco che allora il bicchiere da mezzo vuoto, è diventato mezzo pieno.
Che cosa voglio dimostrare?
Nulla di straordinario, solo che da qualcosa di negativo, può nascere un qualcosa di positivo e questo è stato sempre un pensiero che mi ha accompagnata in tutta la mia vita reale.

Tornando al gioco, le regole sono queste:

1    Mostrare il premio sul tuo blog;
2    Ringraziare i blogger che ti hanno nominato e fornire il loro link;
3    Condividere 7 fatti su di te;
4    Nominare 10 blogger e fornire i loro link.

Le prime due regole le ho seguite, ora devo raccontare 7 fatti su di me:

  • Credo molto nell’amore e nell’amicizia, do molto ma pretendo anche molto. Solo dare e non avere non è ammissibile per la mia persona.
  • Mi piace tantissimo leggere e credo che questo blog ne sia un po’ la dimostrazione. Leggo di tutto, soprattutto libri o saggi di storia, e di filosofia zen.
  • Mi piace andare per sentieri, anche se il male alla schiena si fa sentire ma io non demordo e non cedo, Sono Toro con ascendente Capricorno, due segni di terra e farmi cedere non è facile.
  • Sono animalista e vegana per una scelta etica. Al posto della carne preferisco mangiarmi un piatto di pasta e fagioli e bermi un mezzo bicchiere di vino
  • Sono una pensionata, ho avuto il cosiddetto c**o perché sono riuscita ad andarci un po’ prima della scesa in campo della Fornero (simpatica a molti vero?) e me la godo facendo cose che prima non potevo, fra lavoro e famiglia, come per esempio, visitare mostre, scrivere sul blog, andare a raccogliere erbette primaverili, colorare mandala, leggere, seguire conferenze di storia e filosofia, seguire il bar-libreria che ho messo su con alcuni amici, cucinare, ho imparato a fare il pane in casa…
  • Ecco mi viene in mente una cosa che detesto, anzi due o meglio anche tre: stirare e fare le pulizie, quelle profonde che tutti chiamano “di primavera” , la burocrazia (di questa proprio non ne capisco na mazza davvero)
  • In ultimo aggiungo che io sono credente ma non sopporto la Chiesa (infatti ci vado molto poco) troppo sporca e immorale, amo il Gesù del Vangelo.

Adesso viene la parte più tragica per me, scegliere i blogger a cui indirizzare il premio.

Questa regola non la seguirò perché i blogger sono tutti uguali per me, non so fare differenze, non so dire chi mi piace di più, chi di meno. A me piacciono tutti quelli che seguo altrimenti non li seguirei, insomma non voglio fare torto a nessuno.

Perdonatemi…questo mio limite