RSS

Archivi categoria: Chicche

Da FB-Jung Italia

«Non possiamo scrivere bene o sinceramente se non ciò che scriviamo con piacere. Il corpo, i sensi devono cospirare insieme allo spirito. L’espressione è l’atto dell’uomo completo. Che il nostro discorso sia vascolare!

L’intelletto è impotente a esprimere il pensiero senza l’aiuto del cuore, del fegato e di ogni organo. Spesso sento che la testa rimane troppo all’asciutto – quando dovrebbe essere immersa. Uno scrittore, un uomo che scrive, è lo scriba di tutta la natura – egli è il grano, l’erba e l’atmosfera che scrivono. È sempre fondamentale amare ciò che stiamo facendo – che lo facciamo col cuore. La maturità della mente, comunque, può forse accordarsi con una certa stanchezza.»

(Henry David Thoreau – 2 Settembre, 1851 – tratto da  “L’agire del mondo”)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 aprile 2017 in Chicche

 

Tag: , ,

Prima e dopo

Nella vita di un uomo prima o dopo arriva un giorno in cui, per andare dove deve andare, se non ci sono porte né finestre, gli tocca sfondare la parete.
Bernard Malamud

Quando un uomo libero viene legato con una corda, prima o dopo, la spezza.
Proverbio africano

La vigliaccheria chiede: è sicuro? L’opportunità chiede: è conveniente? La vanagloria chiede: è popolare? Ma la coscienza chiede: è giusto? Prima o dopo arriva l’ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare; ma bisogna prenderla, perché è giusta.
Martin Luther King

🤔😳🙄😄😘

 
8 commenti

Pubblicato da su 27 marzo 2017 in Chicche, Mandala miei

 

Tag: , , , ,

!!!!!

Chi è litigioso dimentica
che moriremo tutti;
non ci sono litigi
per il saggio che riflette sulla morte.
Pratica ciò che predichi.
Prima di cercare di correggere gli altri
fa una cosa più difficile:
correggi te stesso.
Coloro che hanno dissipato
gli anni della loro giovinezza
da vecchi intristiscono
come vecchie gru in un lago senza pesci.
Non ferire con parole crudeli.
La parole irate fanno male
e il dolore che provochi
rimbalza verso di te.
Anziché badare agli errori altrui
osserva i tuoi,
esamina ciò che hai commesso
e ciò che hai omesso di fare.

(Dhammapada)

E poi mi chiedono perchè amo il buddismo… 😉
Interessante l’ultima frase vero?

 
14 commenti

Pubblicato da su 1 febbraio 2017 in Chicche

 

Tag: , ,

Tiziano

Un amico blogger mi ha fatto ricordare con il suo post Tiziano Terzani, grande uomo, grande scrittore, grande pensatore che ci ha lasciato dei libri che dovrebbero essere di insegnamento per noi. Una frase del “un altro giro di giostra”

La malattia di cui oggi soffre gran parte dell’umanità è inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono più o meno tristi, sfruttati, depressi, ma non hanno un obbiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza. Un tempo il potere da cui uno si sentiva oppresso aveva sedi, simboli, e la rivolta si dirigeva contro quelli. […]
Ma oggi? Dov’è il centro del potere che immiserisce le nostre vite?
Bisogna forse accettare una volta per tutte che quel centro è dentro di noi e che solo una grande rivoluzione interiore può cambiare le cose, visto che tutte le rivoluzioni fatte fuori non han cambiato granché.

◕‿◕

 
28 commenti

Pubblicato da su 16 gennaio 2017 in Chicche

 

Tag: , ,

Toro

Il tratto più evidente nella personalità taurina è la concretezza, che si esprime nel senso pratico, nella tendenza a indirizzare le energie verso solidi obiettivi, ma anche nel gusto per la vita, nelle sue forme più semplici e naturali. Vi è una sana saggezza di fondo nel #Toro che rende concilianti e adattabili i nativi; non amano infatti la lotta fine a se stessa e cercano sempre le soluzioni più moderate di fronte ai problemi che si presentano. Si impegnano però con molta determinazione per raggiungere le loro mete, e ben difficilmente si lasciano convincere a desistere, perché la tenacia, che spesso sconfina nell’ostinazione vera e propria, non li abbandona mai. La loro natura terrestre ricerca soprattutto la sicurezza, psicologica e materiale, e una condizione di vita confortante e materialmente gratificante. A volte, se non sanno trovare stimolanti interessi o valori più elevati, possono anche cadere in un materialismo che restringe i loro orizzonti e li rende diffidenti verso le nuove esperienze e verso chi non rientra nei loro schemi di giudizio. In genere non amano i cambiamenti o le improvvisazioni; una serena routine sarebbe il loro ideale di vita, meglio ancora se a contatto con la natura, che amano profondamente. Non sono attratti dalla mondanità e non sono propensi ad ampliare la cerchia delle loro relazioni sociali: poche e più che collaudate amicizie bastano a rallegrare la privacy dei Toro, riservati e abitudinari. La loro natura appassionata e forte produce sentimenti intensi e duraturi, perché ben difficilmente il Toro può staccarsi da ciò che ama, sia che si tratti di cose o di persone. Il suo tarlo segreto è la gelosia, perché il possesso è la prerogativa del suo segno. L’altra è l’istintività, che a volte può esplodere in reazioni a lungo trattenute, in collere furiose, sproporzionate alla causa che le ha provocate. Vivamente attaccato alla famiglia e alle tradizioni, il Toro è un conservatore, dai gusti semplici ma raffinati, dalla fantasia tranquilla, che conosce molto bene l’arte di rilassarsi e di provare pieno godimento da quanto la vita gli offre.

La #donna Toro

E’ una donna spontanea e semplice, che manifesta con calore le proprie emozioni e si abbandona senza remore razionali alla sua gioia di vivere. Ma dietro la dolcezza si nasconde una personalità forte e concreta, con le idee chiare e la ferma determinazione a raggiungere i suoi obiettivi. E’ abilissima nel gestire la sua vita, distribuendo saggiamente le sue energie tra la sfera affettiva e quella professionale, senza tralasciare i suoi hobby e la sua passione per la natura, che la ricarica e le offre infiniti piaceri. Sul lavoro si fa apprezzare per la sia abilità pratica, la capacità di concentrazione e la disponibilità verso gli altri, sia pure velata dalla sua riservatezza. Ma anche se raggiunge una posizione professionale di rilievo il suo vero regno è la casa. Ama garantire a sé e ai suoi cari il massimo comfort e, da saggia amministratrice del patrimonio domestico, sa investire bene il denaro e fare acquisti lungimiranti. In genere è un’ottima cuoca e ama ricevere gli amici, creando un’atmosfera allegra e distensiva che le procura molta simpatia.

Non è però esente da difetti, questa donna Toro dal cuore caldo e dal carattere deciso: dietro le sue maniere accattivanti e il sorriso gentile, ci sono i suoi giudizi molto soggettivi, la sua diffidenza per le novità, il carattere possessivo. Se è amata, appagata sessualmente, gratificata dagli agi materiale, tende a chiudersi troppo nel suo mondo, senza aperture all’esterno. Se non è pienamente soddisfatta, non trascura di far valere le sue ragioni, rendendosi a volte un po’ assillante per chi le vive accanto. C’è poi la piaga della gelosia, irrazionale e incontenibile, punto debole del suo segno; e per finire la sua rigidità: difficilmente dimentica un Toro e, alla distanza, pareggia sempre i conti.

http://www.astrocartomanti.it/Default.htm

 
3 commenti

Pubblicato da su 2 dicembre 2016 in Chicche

 

Tag:

Il dio denaro

denaro

Lc 16, 9-15
Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne.
Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza disonesta, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza».
I farisei, che erano attaccati al denaro, ascoltavano tutte queste cose e si facevano beffe di lui. Egli disse loro: «Voi siete quelli che si ritengono giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che fra gli uomini viene esaltato, davanti a Dio è cosa abominevole».

 §§§§§

Le ricchezze non sono di per se cattive, ma dipende dall’uso che ne facciamo. È facile lasciarsi affascinare dalle molte ricchezze. Gesù dice: «Difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli». Ci ammonisce poi sulla fedeltà nell’uso dei beni che ci vengono affidati: «Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto». Dobbiamo tener sempre presente la provenienza dei doni, la loro finalità e la loro preziosità. Dovrebbero essere il movente della nostra scrupolosa fedeltà nell’amministrarli. Noi non abbiamo nulla di nostro, tutto è dono, di tutto dobbiamo rendere conto, ogni appropriazione è indebita e peccaminosa. Ecco il motivo per cui difficilmente un ricco di beni terrestri e umani potrà trovare la via del Regno. «Hanno ricevuto la loro ricompensa», dice il Signore. Sappiamo però la caducità di quella ricompensa e la preziosità dei beni che si sono definitivamente persi. Si ritenevano ricchi ed erano avidi di denaro anche i farisei contemporanei di Gesù, ma egli così severamente li apostrofa: «Voi vi ritenete giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che è esaltato fra gli uomini è cosa detestabile davanti a Dio». Forse i ricchi di oggi come quelli di allora si beffano di tali minacce, ma la condanna non cambia. La condanna ultima è verso quella maledetta avidità che tante ansie e tanti guai ci procura. Si racconta che dopo la creazione il buon Dio si affaccia sul creato e si compiace di quanto ha fatto; quando poi fissa lo sguardo sulla terra l’angelo che lo affianca gli fa notare che gli uomini avevano inventato un loro dio e che lo ritengono superiore allo stesso Creatore. «Che sarà mai?», chiede il Signore all’angelo. «È il dio denaro», risponde l’angelo… 🙂
da silvestrini.org
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 novembre 2016 in Chicche

 

Tag: ,

Percepire

Percepire qualcosa è un’esperienza straordinaria, che riempie di meraviglia. Non so se vi è mai capitato di percepire davvero qualcosa: un fiore, un volto, il cielo, il mare, Naturalmente queste cose le vedete dal finestrino dell’autobus o della vostra macchina, ma chissà se vi siete mai presi la briga di guardare veramente un fiore? Che cosa succede quando lo guardate? Gli date immediatamente un nome, stabilite a quale specie appartiene, oppure vi mettete a dire: “Che colori meravigliosi ha questo fiore! Come vorrei che crescesse nel mio giardino! Mi piacerebbe offrirlo a mia moglie o portarlo all’occhiello”. in altre parole, nel momento stesso in cui guardate un fiore, la mente si mette a chiacchierare; quindi in realtà non lo vedete.

Potete percepire qualcosa solo quando la vostra mente è in silenzio, quando non ha assolutamente nulla da dire. Se potrete guardare la stella della sera, che si leva dal mare, senza la minima reazione della mente, allora percepirete davvero la sua straordinaria bellezza.

 J. Krishnamurti ( da “Il libro della vita”)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 novembre 2016 in Chicche

 

Tag:

Per rilassarsi un pò

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 novembre 2016 in Chicche, Video

 

Tag: ,

Il valore della sconfitta

Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. […]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 ottobre 2016 in Chicche

 

Tag:

Oggi sarebbe stato il compleanno

di Pablo Picasso – 25 ottobre 1881

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 ottobre 2016 in Chicche

 

Tag: ,