Farfalla Legger@'s journey

Una penna per raccontare quello che sono…Un pennello per colorare quello che sarò…

La Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Mi viene in mente questo racconto:

Il padrone di un negozio stava esponendo sulla porta un cartello con la scritta “si vendono cuccioli”. Questo genere di annuncio attira sempre i bambini e difatti di li a poco un ragazzino si presentò nel negozio chiedendo: “quanto costano i cagnolini?”
Il padrone rispose: “tra 30 e 50 €”.
Il bambino mise la mano in tasca e ne estrasse alcune monete: “ho solo 2,37 € … Posso
vederli?”. L’uomo sorrise e fece un fischio. Dal retrobottega entrò correndo il suo cane
seguito da cinque cuccioli. Uno di questi però era rimasto molto indietro rispetto agli altri.
Il ragazzino subito indicò il cagnolino rimasto indietro che stava zoppicando: “Cosa gli è
successo?”. L’uomo gli spiegò che, quando era nato, il veterinario gli aveva detto che quel
cucciolo aveva un’anca difettosa e che sarebbe rimasto zoppo per sempre.
Il bambino si commosse a quelle parole ed esclamò: “questo è il cagnolino che voglio
comprare!”. E l’uomo gli rispose: “no, non dovrai comprarlo! Se lo vuoi veramente te lo
regalerò!”. Il bambino rimase attonito e guardando l’uomo diritto negli occhi gli disse: “non voglio che lei me lo regali: vale tanto quanto gli altri cagnolini e io le pagherò il prezzo intero. Se è d’accordo le darò subito i miei 2,37 € e 50 centesimi ogni mese fino a quando lo avrò pagato completamente”.
L’uomo rispose: “non vorrai davvero comprare questo cagnolino, ragazzo. Non sarà mai in grado di correre, di saltare e di giocare come gli altri cagnolini!”.
Allora il bambino si piegò ed estrasse dai pantaloncini la sua gamba sinistra, malformata ed imprigionata in un pesante apparecchio metallico. Guardò di nuovo l’uomo e gli disse: “questo non importa, anch’io non posso correre e il cagnolino avrà bisogno di
qualcuno che lo capisca!”.
L’uomo adesso stava mordendosi le labbra e i suoi occhi si riempirono di lacrime… Sorrise e disse: “ragazzo, mi auguro e spero davvero che ciascuno di questi cuccioli trovi un padrone come te.”
Tutti hanno diritto a vivere una vita normale!
(dal web)

Annunci

Categorie:Quotidiano

Tag:, , , ,

2 risposte

  1. Bellissima!
    La utilizzerò per i miei ragazzi del catechismo.
    Ottimo,spunto per riflessioni varie.
    Grazie.
    Notte💫😘

    Mi piace

  2. Ciao Farfalla
    una bella storia
    che mi ricorda tanto la mia cagnolona. Qualche tempo fa (7 anni) rimase in cinta e dopo il tempo necessario nacquero 6 cuccioli, uno di questi, una femmina, non era ben accettata sia dalla mamma che dai fratelli, da subito. La mamma appena nata la buttò fuori dalla cuccia e un nostro tempestivo intervento fece in modo che riuscisse a vivere. Ma anche così, sia la mamma che i fratelli la maltrattavano: così abbiamo dovuto toglierla e nutrirla noi. Poi abbiamo capito: crescendo accusava problemi di intestino. Per farla breve: l’abbiamo curata e…ora sta bene e vive felice in una bella famiglia…
    buona giornata e grazie
    Chiara

    Mi piace

Grazie di cuore per il commento e per la visita ◕‿◕ ٩(♡ε♡ )۶

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...