Mi telefona un’amica, chiede il mio aiuto, le rispondo che ora sono in pensione e non voglio più sentir parlare di lavoro, insiste, addirittura mi prega, è un caso delicato…mi torna in mente di quando anche io ero in difficoltà e ho chiesto aiuto anche solo per un parere. Accetto…
Chiudo il cellulare e penso: chissà perché lo chiamano cellulare? Ai miei tempi così era chiamato quel furgoncino della polizia dove ti caricavano per portarti in centrale per accertamenti.
Comunque lo restituisco a mia figlia dicendole che non sono molto convinta, lei si mette a ridere e mi dice: “chi vuoi imbrogliare mamma? Come se non ti conoscessi..”.

Abbozzo un sorriso.

All’indomani mi trovo davanti una ragazzina di dodici anni, bella da morire, con i capelli neri lunghi, occhi verdi, mi ricorda Ornella Muti da giovane, ma lo sguardo è spaventato, quasi terrorizzato.
Mi faccio raccontare i fatti, ogni tanto scoppia in crisi di pianto, ed io mi accorgo che non sopporto vederla piangere, i suoi occhi perdono quel colore smeraldo che li fa brillare.
Glielo dico e lei mi risponde che anche il suo ragazzo glielo diceva mentre la teneva per mano, mentre la baciava, mentre l’accarezzava… ma lei non era ancora pronta e glielo ha detto ma lui non l’ascoltava, non si fermava, lui…
Io guardo la mia amica, lei mi capisce al volo, dopo tanti anni di lavoro insieme, mi dice solo: ok.

Mentre torno a casa, respiro profondamente, e penso che ho ragione quando dico che non voglio più sentir parlare di lavoro, ci sono cose che anche solo nell’ascoltarle ti lacerano dentro.

Annunci

9 thoughts on “

  1. Mi sembra di aver capito che il tuo lavoro riguardasse il campo psicologico e comprendo che ascoltare le confessioni di chi sta vivendo un’esperienza difficile, può sconvolgere chi l’ascolta.
    Detto questo, lasciami dire che ti ammiro e che “invidio” la tua esperienza : sapere aiutatare gli altri è sempre gratificante.
    Cri

    Liked by 1 persona

  2. Anna Maria credo che ora funzioni.
    Comunque credo sia un problema di WordPress perché si verifica sia sullo smartphone che sul tablet che sul pc e con tutti utilizzo Google Chrome.
    Mi sento a disagio a parlare di queste fesserie in questo tuo post così toccante.
    Shera

    Mi piace

Grazie di cuore per il commento e per la visita ◕‿◕ ٩(♡ε♡ )۶

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...