Parlavo in un post precedente del cambiamento che sta avvenendo in me. Del mio lottare faticosamente perché ciò si realizzi compiutamente.
Mi accorgo però che mi manca qualcosa per afferrarlo totalmente. Azzerare il rancore provato nella mia gioventù verso la città e la gente che mi ha adottata. Rancore che si è accumulato, ingigantito negli anni che mi ha impedito di superare difficoltà di realizzarmi come sognavo, e di portarsi via anche alcune mie certezze.
Questa città schiava di un certo Agnelli che ha sradicato, per fame, la mia famiglia dalla sua terra e ci diede con il lavoro sì una vita dignitosa ma quanta sofferenza in questo percorso. Leggere cartelli: “qui non si affitta a meridionali”, essere additata “quella è figlia di quei meridionali che abitano in…”, vivere in quartieri ghetto (Vallette, Falchera), in una periferia dove non c’erano servizi e strade, dove si vedevano solo campi, lontani dal centro perché potevamo infettare i torinesi puro sangue, entrare in negozi dove il negoziante ti derideva fingendo di non capire cosa volevi comperare perché non parlavi il loro dialetto…
Sentirmi straniera in Italia, tra italiani.
Mentre scrivo mi vengono in mente gli emigranti di oggi e provo tanta tristezza per loro, perché io sono stata emigrante e ho provato sulla mia pelle cosa significa essere emarginati. Sono cicatrici che non si rimarginano mai, che ti rimangono dentro nonostante il tempo che passa e il rancore non passa.
Mi ci vorrà ancora del tempo, forse tutta la vita, per comprendere e tornare ad avere fiducia in questa umanità che si sente grande solo nella sua miseria interiore, quella fiducia che avevo quando solo salita, con mamma, papà, fratello e una valigetta di cartone su quel treno dai sedili di legno.

Annunci

Informazioni su Farfalla Legger@

AMO: Le persone che mi fanno ridere, le persone sincere, gli autoironici, le persone che sanno ancora sognare nonostante tutto, le persone che sono piene di contraddizioni e di incoerenze, le persone che non credono di avere la verità in tasca, le persone che parlano poco ma in compenso ascoltano molto. ODIO: I ruffiani, i vili, le persone sempre pronte a cambiare opinione a seconda del proprio tornaconto personale, quelli che hanno bisogno di un capo che dica loro cosa devono fare, o pensare, che non si incazzano davanti a tutte le ingiustizie che ci sono, quelli che si accontentano di questo schifo di mondo, quelli che “…tanto è sempre stato e sempre sarà così". Altruista, egoista. Bellissima, befana. Buona, cattiva. Gelosa, distaccata. Dolce, aggressiva. Incasinata, organizzata. Imperfetta, perfetta. Simpatica, antipatica. Allegra, incazzata. Intelligente, ignorante. Curiosa, disinteressata. Solare, strana. Felice, triste. Comunque sia... sempre io! Anna è il mio nome Farfalla Legger@ è la mia essenza Ops dimenticavo sono vegana, animalista, profondamente comunista. Questo è il pacchetto completo. Prendere o lasciare... ☺ ♥ ♫ ☺ ♥ ♫

»

  1. fulvio ha detto:

    Cara Anna,certamente sono stati anni bui per chi era costretto ad abbandonare le sue radici,ma tanto tempo e passato da quei tristi giorni,oggi sei una donna integrata in una città che ti ha,comunque ,accolta.Abbandona la rabbia di quei lontani momenti e guarda con serenità al tuo futuro.
    Felice domenica,fulvio

    Mi piace

  2. Anna Di Maria ha detto:

    Hai ragione Fulvio, devo sbollire la rabbia che ho dentro e ricominciare a vivere la città guardandola con altri occhi, come faccio alcune volte quando ci torno per visitare mostre.
    La storia è davvero un ciclo che si ripete, con altri personaggi ma è sempre la stessa e lo sarà anche nel futuro…E’ questo che devo capire per superare le mie difficoltà.
    Buona domenica anche a te.

    Mi piace

Grazie di cuore per il commento e per la visita ◕‿◕ ٩(♡ε♡ )۶

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...