Oggi

Stamani sono andata dall’ortopedico.
Mi ha trovata in gran forma, dimagrita (dice lui) ben pettinata (vuoi che venga spettinata da te), insomma una bella signora di una sessantina d’anni.
E’ ancora giovane lui e dopo parecchie visite ha preso confidenza e ogni volta mi prende in giro ed io lo lascio fare. Oltre che bravo è simpatico e mi mette sempre a mio agio. Forse intuisce la mia paura a qualche suo nefasto responso.
Questa volta è tutto ok e per il momento non è necessario intervenire chirurgicamente…Quindi: “Signora bella se la goda, ha lavorato, adesso è libera ed allora se la goda la sua vecchiaia perchè la sua età è una stagione bellissima come l’autunno, pieno di colori caldi.”
Rido, non immaginavo che sotto il camice bianco si nascondesse un poeta.
Ci salutiamo…fuori respiro profondamente a tutti polmoni (anche se  l’aria a Torino è molto inquinata), mi accorgo che c’è il sole, l’aria è frescolina  ma io mi sento la voglia di fare una passeggiata.
Decisione improvvisa, salgo su un pullman che mi porta in collina, scendo e ritorno a respirare a pieni polmoni. Mi sento davvero bene, felice e mi fermo in un bar per un caffè.
Idea improvvisa, telefono ad un’amica, è da un pò che non ci vediamo, le chiedo se è libera, risponde di sì, “Raggiungimi, le dico, pranziamo insieme, vuoi?”
“Sono quasi le 12” mi risponde.
“Non importa ti aspetto, qui vicino c’è un ristorante immerso nel verde, prenoto per due…vai con calma io ti aspetto…”
“Arrivo cara…”
Penso che è bello avere amici che ti vogliono bene, sono fortunata! In fondo basta così poco a voler bene, continuo a guardare il verde che c’è attorno a me.
Rimango così non so per quanto tempo, seduta su una panchina, con gli occhi chiusi a pensare alla mia vita, alla mia vecchiaia… Stranamente mi sento serena, in pace con me stessa, sento che le mie scelte stanno dando i loro frutti, devo solo pazientare ancora un pò…
All’improvviso sento un clacson, è la mia amica. Parcheggia, mi viene incontro, mi abbraccia forte, sento la sua mano accarezzarmi la spalla, e la sua guancia sulla mia.
Ho un tremore, non so. Ci guardiamo negli occhi e ci accorgiamo che sono lucidi…
Entriamo nel ristorante mano nella mano, il cameriere ci guarda, interpreta maliziosamente il nostro gesto affettuoso, e noi scoppiamo a ridere…

Sì, dottore, oggi la vita me la sono goduta davvero…alla faccia del mio male di schiena!

Annunci

6 thoughts on “Oggi

  1. Che descrizione tenera, si il piacere della vita passa attraverso queste cose. sei in una età dolcissima è vero è come l’autunno pieno di colori, di cibi deliziosi, dell’uva, del vino. Profumi, visioni che sono incantevoli. Un abbbraccio.

    Mi piace

    • Hai ragione caro, è proprio la mia età che mi fa godere di questa piccole cose quotidiane…Sai ogni tanto penso a quante cose, sensazioni e piaceri mi sono persa nella vita per correre dietro chissà a cosa…oggi non lo so più.
      ❤ ❤

      Mi piace

Grazie di cuore per il commento e per la visita ◕‿◕ ٩(♡ε♡ )۶

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...